Presenza del PISAI al G20 Interfaith Forum 2021

Il PISAI, rappresentato dal suo Preside, Prof. Diego Sarrió Cucarella, M.Afr., ha partecipato al G20 Interfaith Forum 2021, tenutosi a Bologna l’11-14 settembre 2021. Dal 2014, il G20 Interfaith Forum offre una piattaforma annuale in cui esperti, leader religiosi e rappresentanti politici si confrontano sulle problematiche globali. L’agenda di ogni Forum è formulata tenendo conto delle priorità annuali del G20 (delineate ogni anno dal governo ospitante). Il Forum di quest’anno è stato ospitato dalla Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII (FSCIRE) con il tema: «Tempo di guarire: pace tra le culture, comprensione tra le religioni».

Tra i relatori e i partecipanti c’è stata una notevole presenza di personaggi legati al PISAI in diversi modi: Gianluca Parolin (The Aga Khan University, Londra), Ambrogio Bongiovanni (Centro Gregoriano di Studi Interreligiosi, Roma), Martino Diez (Fondazione Internazionale Oasis, Venezia), Elena Dini (Centro Giovanni Paolo II per il Dialogo Interreligioso, Roma), P. Innocent Maganya, M.Afr. (Institute for Interreligious Dialogue and Islamic Studies, Nairobi), Adnane Mokrani (FSCIRE, Palermo), P. Friedrich Bechina, F.S.O. (Congregazione per l’Educazione Cattolica) e Mons. Khaled Akasheh (Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso).

In un messaggio ai partecipanti al Forum 2021 (https://www.vatican.va/content/francesco/it/messages/pont-messages/2021/documents/20210907-messaggio-interfaith-forum.html), dopo aver ricordato l’aumento della violenza che strumentalizza il sacro, Papa Francesco ha sottolineato che la risposta non può essere la violenza delle armi «che genera solo altra violenza, in una spirale di ritorsioni e vendette senza fine» e che «la strada della pace non si trova nelle armi, ma nella giustizia». Ha inoltre sottolineato che i leader religiosi devono essere i primi a testimoniare che «la capacità di contrastare il male non sta nei proclami, ma nella preghiera; non nella vendetta, ma nella concordia; non nelle scorciatoie dettate dall’uso della forza, ma nella forza paziente e costruttiva della solidarietà».

Il Pisai

Galleria

Newsletter

Inserisci la tua email Inserisci correttamente la tua email nl server errror Accettare la privacy policy
Grazie

Bacheca