L’anno accademico 2019-2020 dell’IFIC (Bamako)

L'Institut de Formation Islamo-Chrétienne (IFIC) continua a ritagliarsi un posto significativo nell'Africa occidentale nella sua duplice missione: in primo luogo, risvegliare le coscienze dei credenti, affinché si rendano conto del ruolo ineludibile che sono chiamati a svolgere nella costruzione della pace sociale in Africa e nel mondo; in secondo luogo, aiutare a rompere le barriere delle identità delle religioni per aprire gli studenti al pluralismo e renderli capaci di guardare alla differenza religiosa come a una ricchezza, in modo da essere ricettivi e pronti a imparare dall'altro.

A causa del Covid-19, che ha colpito il Mali nel marzo 2020, l'IFIC ha subito un ritardo di tre settimane nel programma iniziale. I corsi sono ripresi l'11 maggio e sono continuati fino al 20 giugno con un cambio di programma. L'anno si è concluso il 1° luglio 2020. L'amministrazione si è congratulata con gli studenti per la loro assiduità e per la serietà con cui si sono impegnati nella formazione. Una parte di loro ha ricevuto il diploma del PISAI al termine del percorso formativo. Da notare, in particolare, il lavoro del nuovo Direttore degli Studi, padre Basile Essofa Kondoh, ex alunno del PISAI, che ha garantito un'ottima organizzazione dei corsi con rigore e metodo.

Il Pisai

Galleria

Newsletter

Inserisci la tua email Inserisci correttamente la tua email nl server errror Accettare la privacy policy
Grazie

Bacheca